Quanto giochi con tuo figlio?

Quanto giochi con tuo figlio?

Giochi spesso con mamma e papà? In questo video alcuni bambini dovranno convincere i genitori a giocare con loro.

Quando incontro famiglie, soprattutto se ci sono bambini (ma non solo) mi ritrovo spesso a chiedere ai genitori: “giocate mai insieme ai vostri figli?

Le risposte tendono prevalentemente al no ma ci sono anche eccezioni in cui uno dei due genitori, magari più libero da altri impegni, dedica del tempo al gioco con i propri figli. Raramente entrambi, insieme.

Alcuni lamentano che non sia sempre possibile  perché ormai molti bambini vogliono solo giocare con i giochi tecnologici al cellulare, al tablet (quelli al pc sembrano già obsoleti). E chiedo: “allora giocate a quei giochi con loro?”… ma la risposta è comunque negativa.

Eppure anche cimentarsi con i bambini ai giochi proposti dalle nuove tecnologie, può essere un’importante esperienza di gioco e di condivisione, purché lo si faccia con sincero e vivo interesse!

È anche vero che molti papà e molte mamme non hanno sempre giocato con i propri genitori (forse mai) e di conseguenza non sentono la spinta a giocare con i loro bimbi … si sentono proprio provenienti da un altro pianeta, in tema di gioco.

Ma perchè precludersi una così bella esperienza?

In questi casi propongo di non cimentarsi in giochi che non si sentono propri ma fare in modo di coinvolgere il piccolo, a seconda della sua età, in attività che possono riguardare più il mondo degli adulti ma che, se confezionate a mo’ di gioco, creano un mix perfetto tra dimensione ludica e trasmissione di insegnamenti.

Un po’ come faceva Mary Poppins quando doveva spronare i bambini a riordinare la loro stanza.

In questo modo si possono anche coniugare la necessità di provvedere alle faccende domestiche e il gioco: un’aspirapolvere può diventare un animaletto che vuole acchiappare i bambini; un tempo da dedicare allo spolverare può diventare una gara a chi finisce prima, con tanto di premio finale (magari un gelato o un’uscita al parco). Insomma si può individuare un tempo speciale da dedicare al gioco o alle attività domestiche che saranno anche meno pesanti per gli stessi genitori se rese giocose e se diventano occasioni preziose per ridere e trascorrere momenti insieme!

Tabella attività per bambini a seconda delle età

Tabella attività dei bambini per annifonte: curiosandosimpara.com

Sembra sempre più difficile conciliare impegni e momenti liberi nei tempi frenetici in cui viviamo dove tutto sembra sempre una corsa e il tempo sfugge di mano; eppure potremmo dire che tutto può essere gioco e che un bambino che gioca è un bambino che impara a crescere.

Non è rilevante quanto tempo ma l’intensità, la qualità, del tempo da dedicare al giocare insieme: è importante per costruire e arricchire la relazione genitori-figli, per un sano sviluppo emotivo del bambino (capire il tempo del gioco, le pause, il senso del vincere o del poter perdere, la collaborazione), per la condivisione delle esperienze, per la complicità.

Giocare è un’attività indispensabile per ogni bambino (e direi non solo) così come lo sono il mangiare, il riposare. Crescere è un compito difficile ed è dura, se non impossibile, diventare grandi senza aver giocato, senza aver portato dentro quelle esperienze tanto semplici ma così formative….e accompagnare i propri figli nelle fasi della vita, attraverso il gioco, può aiutare a rendere questa necessaria evoluzione addirittura un’esperienza divertente.

Hai tutta la vita per occuparti solo di faccende e di impegni quotidiani. I tuoi figli sono piccoli una volta sola e poi, del resto, come dice Antoine de Saint-Exupery, tutti i grandi sono stati bambini una volta. Ma pochi di essi se ne ricordano.

E allora? Cosa aspetti ad organizzare subito un gioco insieme??? 🙂

E tu cosa ne pensi? Hai trovato interessante questo articolo? Se vuoi raccontarmi la tua esperienza, confidarti in maniera anonima, puoi usare il modulo qui sotto.

Il tuo nome

La tua email (richiesto)

Telefono

Il tuo messaggio


Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003 (note legali)

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

WhatsApp Chiedi una consulenza con WhatsApp!